28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 11:48:46

Cronaca

L’incidente, la morte e le foto. “Adesso cancellatele”

Su WhatsApp immagini tremende. Il caso segnalato alla Polposta


Un corpo senza vita. Giovanissimo. Sottratto ai suoi cari, ed al suo futuro, da un tremendo incidente. L’istinto è, per chi ci crede, di pregare; o di fermarsi, riflettere; piangere, forse.

Eppure c’è chi ha preferito prendere il cellulare dalla tasca, e fare una foto. Metterla su WhatsApp. ‘Condividerla’, come si dice nel linguaggio moderno, quello dei selfie e degli smartphone. Magari qualcuno così può postarla su Facebook, e contare i ‘mi piace’.

In quella foto c’è Cristian Santoro, il diciottenne vittima del tragico incidente verificatosi nei giorni scorsi al rione Tamburi. Cristian tornava dal mare, ed è morto dopo lo schianto tra il suo scooter ed una Mondeo. Sin troppo facile, purtroppo, immaginare lo strazio di quei genitori che non hanno più visto tornare a casa un figlio così giovane. A quel dolore si aggiunge adesso il vedere quell’immagine, tremenda, sconcertante, girare da cellulare a cellulare.

Del caso è stata informata la Polizia Postale, con l’obiettivo di far cancellare quanto prima la foto dai server.

Niente potrà invece cancellare la vergogna di chi ha fatto quello scatto per pubblicarlo su WhatsApp. Una ‘ragazzata’, si potrebbe dire. Ma c’è da chiedersi chi sono, allora, oggi i nostri ragazzi. E sperare che venga rispettato il dolore di una famiglia che ha il diritto di piangere ed elaborare un lutto così grave, senza foto che aggiungono amarezza ad amarezza, dolore a dolore.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche