21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 07:06:02

Cronaca

L’Olanda guarda a Taranto

L’ambasciatore in Italia Michiel den Hond ha incontrato il presidente della CdC ionica Luigi Sportelli nell’ambito della sua visita in Puglia


L’Ambasciatore olandese in Italia, Michiel den Hond ha incontrato, ieri pomeriggio, il presidente della Camera di commercio di Taranto, Cav. Luigi Sportelli nell’ambito della sua visita in Puglia.

La riunione, svoltasi in un clima cordiale e proficuo, si è tenuta nella sala Consiglio della Cittadella delle imprese. Vi hanno partecipato i componenti della Giunta Camerale e del Comitato Strategico Agricoltura Taranto. Ad accompagnare l’ambasciatore il dottor Chris Schoenmakers, addetto economico dell’ambasciata; la dottoressa Aysun Kenger, funzionaria commerciale dell’ambasciata; il dottor Massimo Salomone, Console dei Paesi Bassi in Puglia.

L’ambasciatore ha ribadito l’interesse dell’Olanda nei confronti della Puglia, una regione che dal 2010 è stata notata per essere una delle aree economicamente più dinamiche del Mezzogiorno d’Italia. Un interesse che negli anni scorsi si è concretizzato con una serie di attività e contatti con realtà imprenditoriali di Bari e Taranto.

Nel capoluogo ionico, in particolare, sono stati stretti accordi tra i porti di Taranto e Rotterdam e con la società The Greenery per la commercializzazione di prodotti agroalimentari. “Questa visita – ha ricordato l’ambasciatore – intende intensificare i rapporti tra il Regno dei Paesi Bassi e la Puglia e creare nuove occasioni di collaborazioni, di scambi commerciali, di joint venture industriali. In particolare i nostri interessi spaziano dalla logistica integrata ed a basso impatto ambientale alla commercializzazione dei prodotti agroalimentari, dalla gestione delle acque alla depurazione, dalle attività di protezione delle coste al dissesto idrogeologico”.

Attualmente l’Olanda esporta in Italia merci per un valore di 20miliardi di euro, mentre in senso opposto l’Italia esporta nei Paesi Bassi per un valore di 8 miliardi, una forbice che è possibile colmare in modo positivo.

Il presidente Sportelli ha ricordato le grandi potenzialità del tessuto economico della provincia di Taranto soprattutto nei settori industriale, della produzione, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli. “La provincia di Taranto – ha sottolineato Sportelli – conta 55mila unità iscritte nel Registro delle imprese. Si tratta, dunque, di un tessuto produttivo con grandi potenzialità. Sono convinto che tra la provincia di Taranto e l’Olanda potranno intensificarsi le relazioni  già esistenti e avviarsi nuovi contatti commerciali e collaborazioni industriali”.

Grande disponibilità e capacità propositiva sono state manifestate dai componenti della Giunta camerale e dai rappresentanti delle categorie agricole provinciali.

“La riunione in Camera di commercio di Taranto – ha concluso l’Ambasciatore – è stata molto utile e positiva soprattutto perché abbiamo avuto la possibilità di dialogare direttamente con il mondo economico. Il prossimo passo sarà la concretizzazione di alcune attività attraverso la collaborazione fra l’Ambasciata, il Consolato e la Camera di commercio di Taranto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche