Cronaca

Carmine, Taranto in festa per la Madonna

Processione, musica, fuochi d’artificio, videomapping sulla facciata della chiesa: quella di oggi è davvero una serata speciale per i tarantini


I festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine hanno raggiunto il loro culmine con le Aggregazioni delle Consorelle e dei Confratelli che nella serata di ieri e questa mattina hanno formalizzato la loro devozione alla Madonna sotto il titolo del Monte Carmelo ricevendo l’abitino proprio delle Consorelle e la facoltà di poter indossare l’abito di rito, con il Santo Scapolare, per quanto riguarda i Confratelli.

Oggi nel pomeriggio dopo i vespri alle 18,30 circa, centinaia di mozzette crema percorreranno le vie cittadine. Un vero e proprio fiume di confratelli come oramai siamo abituati a vedere da qualche anno colorerà come di consueto il torrido pomeriggio tarantino con i colori del Carmelo.

La Processione sarà aperta dal campanello, suonato dal confratello meno anziano, dal labaro, nuovo nella foggia, per la prima volta in processione e dono del confratello Antonello Stenta, dalle consorelle, dalla lunga teoria dei confratelli e verrà chiusa dal clero, dal Trono guidato dal Priore e, infine, dalla meravigliosa statua della Madonna del Carmine, vestita a festa con il Bambino che campeggia tra le Sue braccia. I complessi bandistici “G.Paesiello” di Palagiano e “G.Chimienti” di Montemesola faranno da cornice musicale al corteo processionale con le loro marce sinfoniche. Il percorso “stravolto” e rinnovato per lunghezza e direzione permetterà alla Processione di trovarsi su Corso due Mari per i fuochi pirotecnici che partiranno dal Castello Aragonese e per un momento che promette di essere veramente spettacolare.

Al termine della processione altro momento veramente unico, sulla facciata della chiesa uno scenario di videomapping saluterà dapprima l’ingresso della Statua e della processione in chiesa e, dopo un intermezzo musicale, chiuderà ufficialmente i festeggiamenti. Anche quest’ anno quindi la Madonna del Carmine tanto amata dalla nostra città ritornerà nella sua nicchia in attesa, da settembre, del nuovo anno sociale del Sodalizio di Via Ciro Giovinazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche