17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 22:58:00

Cronaca

Isolaverde, “sos” ad Emiliano

“La Regione intervenga perché i progetti che potrebbero garantire la sopravvivenza della società divengano finalmente concreti”


Situazione di stallo per la vertenza Taranto Isolaverde. I dipendenti chiedono, attraverso i rappresentanti sindacali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uil Fpl e Cobas, di poter avere un incontro con il Presidente della Regione Puglia.

Ritengono necessario chiarire la situazione relativa alle attività della società partecipata della Provincia.

Al momento i dipendenti di Isolaverde non stanno lavorando e, inoltre, non percepiscono i compensi da oltre tre mesi. Si tratta oltretutto di stipendi ridotti per via dell’applicazione del contratto di solidarietà di tipo B.

I confronti precedenti con la Regione, databili tutti al periodo in cui il governatore era Nichi Vendola, avevano fatto intravedere la possibilità per Isolaverde di essere coinvolta in progetti riguardanti anche la salvaguardia del territorio. Ciò avrebbe consentito alla società di recuperare finanziamenti e garantire così ai propri dipendenti la continuità occupazionale. Alcune delle attività che Isolaverde avrebbe acquisito riguardavano il piano regionale in difesa del suolo, con 3 milioni e 600 mila euro da impiegare nella salvaguardia idrogeologica del territorio.

L’altra possibilità era rappresentata dal recupero di circa 950 mila euro corrispondenti al residuo dei fondi del ciclo dei rifiuti. Anche lo stanziamento di eventuali fondi anti Xylella avrebbe giovato alla società della Provincia. Strade che non sono state percorse fino in fondo, più che altro a causa di impedimenti di carattere burocratico. Al momento l’unica luce in fondo al tunnel è rappresentata dall’intervento del neo governatore Michele Emiliano. I dipendenti di Isolaverde chiedono che convochi al più presto un tavolo, cui possano partecipare tutte le parti in causa; si dovrà chiarire se le possibilità profilate possano tradursi in progetti di lavoro concreti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche