Cronaca

Rapina in piscina. Sparano e via con 7mila euro

Tre banditi, con il volto coperto e armati di pistola e fucile


Hanno messo a  segno una rapina in piscina nella giornata più torrida  delle ultime due settimane di luglio. Sapevano di trovare un cospicuo bottino e così è stato. I banditi avevano fatto bene i calcoli.

Era da poco passata la mezzanotte quando in una struttura adibita a piscina situata in contrada “Cuoco”,  sono entrati in azione tre malviventi che avevano il volto coperto.
I malfattori, due armati di pistola e uno di fucile, hanno fatto irruzione nella struttura  e dopo aver esploso un colpo di fucile in aria a scopo intimidatorio, si sono fatti consegnare dalla proprietaria, l’incasso della giornata ammontante a 7mila euro.

Dopo aver messo a segno il colpo i malviventi si sono dileguati nelle campagne dove con molta probabilità c’era un complice ad attenderli al volante di una macchina.
Per assicurare alla giustizia la banda di rapinatori stanno indagando i carabinieri locale della Stazione, del Nucleo radiomobile e dell’Aliquota operativa della Compagnia di Martina Franca.

Nei giorni precedenti sempre a Martina Franca un  automobilista erano stato preso  a calci e pugni da rapinatori che volevano  portargli via la macchina . La vittima  aveva però reagito e li aveva messi  in fuga. Un ventiquattrenne del luogo che viaggiava a bordo della sua autovettura Audi A3, insieme ad un suo coetaneo di Locorotondo, era finito nel mirino di tre  malfattori che erano su un’autovettura Opel Zafira di colore nero.

I tre rapinatori erano  scesi dalla Opel e avevano sferrato calci e pugni al proprietario dell’Audi  con l’intento di portargli via la vettura. Un tentativo andato a vuoto grazie alla reazione del giovane . Prima di darsi alla fuga, erano riusciti a farsi consegnare da uno dei due malcapitati il portafogli contenente documenti personali e la somma di 150 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche