Cronaca

Furto ai danni del supermercato Ingrosso per Famiglie

In via Fratelli Mellone


Nuovo furto ai danni del supermercato Ingrosso per famiglie avvenuto ieri mattina alle ore 5 nella filiale di via Fratelli Mellone, angolo via Cesare Battisti. Ignoti sono infatti penetrati all’interno della struttura in questione, sfondando la vetrata anti sfondamento (erano anche state apportate di recente delle modifiche grafiche esterne) ed entrando da sotto riuscendo ad arraffare “appena” duecento euro che erano contenuti come “fondo cassa” all’interno di una di esse.

L’immediato suono del sistema di allarme ha infatti comportato l’immediata fuga da parte dei malviventi che hanno tuttavia però causato danni piuttosto ingenti all’esercizio pubblico che ha oltretutto aperto in ritardo essendo necessario il sopralluogo da parte dei Carabinieri che hanno poi provveduto a prendere le relative impronte. Il responsabile marketing e risorse umane Carmine Passarelli si è espresso in merito: “Già a gennaio il giorno dell’Epifania avevano sfondato con un’autovettura un’altra serranda del magazzino in cui viene attuato lo scarico merci e si erano portati via la cassaforte con dentro un’ingente somma di denaro.

Nell’occasione venne anche il capo della Questura a prendere visione dell’accaduto, questo quindi è il secondo furto in sei mesi che questo supermercato subisce.
Sarà quindi fondamentale apportare ulteriori misure di sicurezza interne ed esterne, visto che evidentemente non è stato sufficiente effettuare appositi lavori di restauro adeguati per la protezione della struttura stessa.

I Carabinieri ora stanno prendendo visione dettagliata della situazione per rendersi conto bene su come avviare le indagini.

Non so ora se si tratta della consueta “Banda del buco” o di nuovi soggetti usciti da poco alla ribalta, di certo sta il fatto che abbiamo subìto un danno di grossa gittata economica”.

Un’attività spesso presa di mira dai malviventi.

“Un altro caso è datato lo scorso anno con un ladro solitario che rubò due bottiglie di amaro Lucano mettendosele nelle parti intime e dopo una caduta accidentale queste ultime si ruppero ed i vetri gli causarono un dissanguamento con annesso successivo decesso.

Purtroppo ancora una volta siamo stati presi di mira e la cosa inizia davvero a preoccupare, anche se introdurremo nuove misure cautelative volte ad evitare il tutto in un prossimo futuro”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche