15 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 17:29:48

Cronaca

Senza lavoro minaccia suicidio sul lungomare

Tensione in piazza Castello


Ha minacciato il suicidio perchè senza lavoro.

Un disoccupato tarantino ieri mattina si è sporto dalla ringhiera del lungomare di Taranto minacciando di lanciarsi nel vuoto dopo essersi recato a palazzo di città e aver tentato  di parlare con gli amministratori comunali, per chiedere aiuto.

L’uomo ha oltrepassato la ringhiera del lungomare, nei pressi del castello Aragonese, in piazza Castello, minacciando di lanciarsi di sotto. Sul posto sono subito intervenuti dei vigili del fuoco del comando provinciale e gli agenti della polizia locale. Questi ultimi lo hanno convinto a desistere. Purtroppo casi analoghi si sono registrati in città negli ultimi tempi a causa della crisi economica.

Uno degli ultimi ha riguardato un 45enne  che stava per tagliarsi le vene e che è stato salvato grazie alla segnalazione di un cittadino e al provvidenziale intervento dei carabinieri. A causa della crisi economica stanno aumentando su tutto il territorio nazionale i suicidi e i tentativi di suicidio. Persino al sud dove il tasso di suicidi è stato storicamente più basso rispetto alla media nazionale, vi è stato un allarmante aumento. A preoccupare, segnando l’acuirsi della crisi sul fronte sociale e lavorativo, è anche il dato relativo ai tentativi di suicidio: ii  numeri sono quasi raddoppiati. Molti i disoccupati ai quali la crisi ha portato via il lavoro e la speranza di ricostruire altrove il proprio percorso professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche