Cronaca

Sassi contro i bus Amat, ora anche auto “civetta” per stanare la gang di teppisti

A Paolo VI intensificati i controlli soprattutto nelle ore serali


Sassi contro i bus a Paolo VI: auto “civetta” per stanare i teppisti. Sono stati intensificati i controlli soprattutto nelle ore serali. Nel quartiere periferico più pattuglie di polizia e carabinieri con l’impiego di agenti e di militari, anche in borghese, per mettere in atto un servizio mirato che è stato pianificato durante un vertice a cui hanno preso parte le forze dell’ordine.

Com’è noto a Paolo VI c’è una gang di giovanissimi che da un pezzo sta prendendo di mira i pullman con sassaiole. Nella tarda serata di lunedì l’ultimo assalto. Nel mirino un bus che, intorno alle 22, stava transitando in via Salvemini. I sassi hanno mandato in frantumi un vetro laterale del mezzo pubblico. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante. La sera precedenti i vandali sono entrati in azione in via Bruno Buozzi. Un autobus urbano è stato centrato da un grosso sasso che ha provocato la lesione del finestrino laterale del mezzo.

A bordo c’era un solo passeggero che fortunatamente non ha riportato ferite. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri intervenuti sul posto i teppisti che hanno danneggiato il pullman con molta probabilità erano nascosti dietro le aiuole dei giardinetti. Indagano a spron battuto i militari della Stazione di Taranto Nord e i loro colleghi dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Taranto. Un atto teppistico analogo è avvenuto nei giorni precedenti sempre nel rione Paolo VI. Lanciati sassi contro un bus che percorreva via Pietro Nenni.

Il vetro della porta posteriore è andato in frantumi. Nessun ferito, ma tanto spavento tra i passeggeri. Il conducente del mezzo pubblico ha interrotto la corsa e chiesto l’intervento della Polizia. Poi sassaiola contro un autobus della linea 11. In frantumi uno dei finestrini del pullman e per fortuna le schegge non hanno ferito nessun passeggero. E qualche giorno prima una aggressione ai danni di un autista dell’Amat mentre percorreva viale della Liberazione. Il pullman è stato preso a sassate da un gruppo di ragazzini e il conducente ha protestato. Uno dei passeggeri ha iniziato a litigare con l’autista quasi difendendo i vandali e poi gli ha sferrato dei pugni rompendogli quasi il setto nasale. Ora dopo che le forze dell’ordine hanno rafforzato i controlli si spera che nel quartiere periferico sia posto un argine agli episodi di violenza contro personale e i mezzi dell’Amat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche