29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Ottobre 2020 alle 13:43:57

Cronaca

Mitilicoltura in crisi, Confcommercio incontra i consiglieri regionali

Vertice presso la sede dell’assessorato all’Agricoltura


La crisi che ha colpito il settore della mitilicoltura tarantina è senza precedenti, avendo messo in discussione due annate (quella in corso e quella del 2016).

E’ andata infatti persa parte della produzione delle cozze adulte e quella del novellame da cui dipende la produzione di cozze dell’anno venturo. Permangono in generale forti dubbi sui tempi di ripresa della produzione mitilicola poiché la mancanza di prodotto adulto interrompe il ciclo biologico; venendo infatti a mancare le cozze vengono meno le larve necessarie per far ripartire il ciclo produttivo.

Una situazione a fronte della quale sembra complicato trovare soluzioni a breve termine che possano salvare la militicoltura jonica per i prossimi due anni. E’ necessario quindi intervenire urgentemente tanto sul fronte dell’emergenza quanto su quello del recupero delle migliori condizioni ambientali, attraverso la bonifica e le azioni di sostegno al settore. Intanto va messo in atto un piano di intervento per l’immediato non solo per dare un aiuto concreto agli operatori colpiti dalla calamità (la seconda dopo quella del 2012), ma per impedire che la mitilicoltura jonica faccia la stessa fine della mitica ostricoltura tarantina. Ieri sera i presidenti delle associazioni di categoria (Confcommercio, Agci Peca, Claai, Lega Pesca) in vista del tavolo tecnico convocato oggi presso l’assessorato regionale all’Agricoltura, incontreranno i consiglieri regionali pugliesi presso la sede di Confcommercio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche