29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Novembre 2020 alle 08:31:58

Cronaca

Tentano di rubare rame all’interno dell’Ilva, presi in due

Sorpresi dai vigilanti, arrestati dai poliziotti


Stavano rubando cavi di rame all’interno dell’Ilva ma sono stati presi dagli addetti alla vigilanza.

Gli agenti della Polizia di Stato la scorsa notte hanno arrestato Ivan Traian e Ian Mot, di nazionalità rumena, rispettivamente dii 52 e 36 anni. Intorno all’una gli Agenti del sezione Volante sono intervenuti nello stabilimento siderurgico dove gli addetti ala sicurezza avevano fermato due persone che stavano rubando cavi di rame.

I vigilanti, nel corso dei consueti servizi di controllo hanno notato i due, che dopo aver praticato un foro nella recinzione di un’area dismessa del siderurgico, armati di seghetti e taglierini erano alle prese con una matassa di cavi elettrici con il chiaro intento di portarli via. I due ladri di rame sono stati condotti negli uffici della questura di via Palatucci e dopo le formalità di rito dichiarati in arresto.

I due su disposizione dell’autorità giudiziaria sono stati condotti nella casa circondariale di largo Magli. Durante l’ identificazione i poliziotti hanno scoperto che uno dei due fermati, Ivan Traian era già stato arrestato il 3 maggio scorso sempre per un furto di rame all’interno dello stabilimento Ilva. In quella circostanza il 52enne rumeno, sorpreso sempre dai vigilanti, cercò di darsi alla fuga e saltando un terrapieno cadde rovinosamente procurandosi lesioni ad una spalla. Un suo complice invece precipitato da un terrapieno per sfuggire ai vigilanti che lo stavano inseguendo era rimasto ferito in maniera gravissima. Quella notte riportarono lesioni anche i due addetti alla vigilanza del colosso siderurgico.

Erano stati poi i poliziotti della Squadra Volante a intervenire all’Ilva dove era stato segnalato il furto di cavi di rame. Giunti sul posto gli agenti avevano accertato la presenza di addetti alla sicurezza interna e di un’ambulanza dello stabilimento che stavano soccorrendo sia gli autori del furto messo a segno in un capannone, che un vigilante. Erano precipitati da un terrapieno altro circa quattro metri. Poco distante c’era un altro vigilante anch’egli precipitato dalla scarpata e che nell’impatto con il suolo aveva riportato fratture alle gambe. La scorsa notte Ivan Traian ci ha riprovato e, come è accaduto a maggio scorso è finito nella rete degli addetti alla vigilanza e degli agenti della Volante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche