x

23 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Maggio 2022 alle 22:57:00

Cronaca

Ipotesi asta per l’ex Cinema Verdi

Il Dopolavoro ha restituito la sala alle FS


L’ex cinema Verdi resta abbandonato al suo destino. Ora rischia di diventare un locale commerciale.

In altre città, purtroppo, è già accaduto: dopo le esequie ai cine-teatri nuova vita con i supermercati. Intanto il dopolavoro ferroviario di Taranto ha restituito la sala di via Pupino alle Ferrovie  dello Stato e non è escluso che in futuro venga messa all’asta. La notizia riapre una ferita. “Abbiamo fatto di tutto per far rivivere il Verdi, per renderlo funzionale dopo 35 anni di inattività.

Per poter avviare un sala multifunzionale abbiamo chiesto anche al Comune di occuparsene ma un milione e mezzo di euro sono tanti- dice Gianfranco Carriglio, componente del consiglio direttivo del dopolavoro ferroviario – e Taranto non è Bari dove in pochi anni sono stati ristrutturati ben cinque cine-teatri”. Il Verdi, che  è stato chiuso nel 1983, proprio in coincidenza con l’incendio che a Torino distrusse il cinema Statuto e spinse il legislatore a rendere più rigide le norme sulla sicurezza,  è stato un punto di riferimento a Taranto per decenni.

Addio cinema, addio teatro, addio cultura. Il Verdi, come avevamo già scritto, ormai si stenta a ricordarlo al tempo in cui spettacoli e film animavano la sala. Oggi è di scena il degrado. Tettoia ingabbiata, bacheca vuota. Anzi i residenti della zona ci avevano scritto per segnalare le condizioni dell’immobile che fanno temere per l’incolumità pubblica. La pensilina, ad esempio, abbandonata da molti anni e non più sottoposta a manutenzione, si trova su un itinerario percorso ogni giorno dai ragazzi che frequentano la XXV Luglio e la Bettolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche