24 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

Cronaca

Salviamo la casa di Paisiello

Lunedì la presentazione del progetto


Si aprirà con un convegno lunedì, 14 settembre, alle 18, nella Chiesa Sant’Andrea degli Armeni (in Città Vecchia), la quarta giornata del XIII Festival dedicato a Giovanni Paisiello.

Il convegno è stato organizzato per presentare un progetto per il recupero e trasformazione, in museo, della casa natale del compositore.

L’edificio, infatti, in cui il compositore nacque e visse gli anni dell’infanzia, in Piazzetta Monteoliveto e nei pressi della stessa chiesa, versa in condizioni inqualificabili. al contrario di quanto avviene nel resto d’Europa dove i luoghi di nascita dei grandi musicisti costituiscono, invece, importanti punti di riferimento non solo per gli studiosi, ma anche per gli appassionati, veri e propri poli museali e di ricerca sulla vita e la musica di Paisiello. Nella prospettiva di realizzare anche a Taranto una seria riqualificazione di quello che dovrebbe essere monumento alla cultura cittadina e nazionale, nell’edizione di quest’anno della rassegna l’associazione organizzatrice dell’evento, gli Amici della Musica “Arcangelo Speranza, ha pensato di invitare tutti i cittadini e gli attori sociali a sostenere l’iniziativa.

Dopo i saluti e l’introduzione di Ippazio Stefàno, Sindaco di Taranto, di Annapaola Petrone Albanese, Presidente degli Amici dei Musei, e di Paolo Ruta,  interverranno sull’argomento qualificati relatori per illustrare la figura di Paisiello ed il progetto: il musicologo Lorenzo Mattei su “I natali di Paisiello, dagli aneddoti alle fonti”, gli architetti Giorgio Carnevale e Vincenzo De Palma su “Il progetto del museo nella Casa di Paisiello”, l’architetto Augusto Ressa (Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Lecce, Brindisi, Taranto) su “La musica ci salverà?”, Giovanni Berardi (Domus Armenorum) su “Esperienze di gestione partecipata del Patrimonio Culturale diffuso”.
Le conclusioni affidate a Vincenza Vozza, assessore alla P. I., Università, Cultura, Beni Culturali e Spettacolo del Comune di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche