Cronaca

Bisceglie-Taranto: 2-1. Mega-rissa fuori dallo stadio, fermato un tifoso rossoblù

Gli sconti hanno coinvolto circa 205 persone. Lancio di bottiglie e cassonetti rovesciati


Si ferma a Bisceglie la corsa del Taranto in questo avvio di campionato di Serie D, Girone H.

Si tratta, però, di una sconfitta con molte attenuanti per gli uomini di Cazzarò sul campo esterno del Gustavo Ventura. I Rossoblù, infatti, hanno disputato quasi tutto il match in 10 uomini per l'espulsione del portiere Pizzaleo dopo appena 12 minuti di gioco per un fallo fuori area.

Eppure, cionnonostante, il Taranto avrebbe potuto persino pareggiare a tempo scaduto con Genchi che ha avuto una palla gol clamorosa.

Il punteggio finale è stato di 2-1 per il Bisceglie con reti di Volpicelli al quarto d'ora del primo tempo, Patierno al 56°, mentre il Taranto ha accorciato le distanze al 69° con Guardiglio.

Ma la partita finisce inevitabilmente in secondo piano a causa della mega-rissa scoppiata al termine dei 90 minuti di gioco.

Le due tifoseria si sono affrontate all'uscita dell'impianto biscegliese, in via D'Addato, davanti all'ingresso degli spogliatoi. Ne è nato un parapiglia incredibile che ha coinvolto, secondo la Polizia Locale di Bisceglie, almeno 250 persone equamente suddivise tra i due gruppi.

Sul posto, immediatamente, sono giunti Carabinieri e Polizia Locale per tentare di placare gli animi. Ne è seguito un fitto lancio di bottiglie, un paio delle quali hanno colpito al volto due militari dell'arma. Distrutti anche alcuni cassonetti. C'è voluta tutta la capacità di persuasione dei carabinieri per riportare la calma, dopo un'ora di scontri.

Fortunatamente non si registrano feriti, ma solo qualche contuso. I carabinieri hanno comunque fermato un tifoso del Taranto e nei suoi confronti potrebbe anche scattare un provvedimento cautelare nelle prossime ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche