19 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Settembre 2021 alle 22:57:00

Cronaca

Uno spazio per l’arte in piazza Garibaldi

Mercoledì l'inaugurazione


Si inaugura questa sera, mercoledì 30 settembre, “Uno spazio per l’Arte” la struttura realizzata da Ettore Marchi esposta in Piazza Garibaldi che da qualche settimana incuriosisce i cittadini.

Un luogo che ha come scopo quello di garantire una location per l’arte che possa, poiché in strada, arrivare al maggior numero di persone, esperti e non. Dall’uno al dieci ottobre al via la prima esposizione della dottoressa in Scienze e tecniche psicologiche, Rossella Laguardia, giovane artista appassionata di pittura astratta. Insieme a Valeria Russo, laureata in pittura all’Accademia delle belle arti di Lecce, ha contribuito a realizzare un cielo astratto decorando l’intero pavimento della struttura.

“L’idea -racconta Laguardia- è nata immaginando un luogo all’interno del quale gli artisti potessero immergersi insieme ai loro sogni, alla loro arte e libera espressione rispondendo all’idea originale dell’istallazione che si offre come contenitore di espressioni artistiche”. Ettore Marchi è un geometra con esperienze nel campo dell’edilizia e della carpenteria metallica in Italia e all’estero. Da anni si dedica a lavorare la sfera, una delle sue più grandi passioni, da cui nascono strutture molto grandi come l’opera “Giocando” esposta nel quartiere Eur a Roma, diverse fioriere, alcune esposte anche a Taranto nel 2002, spalti pensati per un anfiteatro che seguono le forme di vele al vento. “Uno spazio per l’arte” è un progetto interamente a carico dell’ideatore che cerca di diffondere diversi messaggi.

Uno tra tutti la possibilità di rendere l’arte un bene alla portata di tutti e garantire uno spazio per i giovani talenti. Segue la voglia di creare momenti di condivisione attraverso la cultura e le nuove idee. Tra i messaggi che si cerca di sottolineare c’è l’importanza del lavoro del riciclo del materiale. L’istallazione è stata realizzata con metallo per la maggior parte selezionato dallo scarto di altri lavori così come tutti i materiali utilizzati all’interno dello spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche