17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

Comune e Provincia: anche l’Archita nel “Contratto di Sviluppo”

Il 19 ottobre in Prefettura nuova riunione. Da via Anfiteatro arrivano 2 milioni e 850mila euro


Inserire il ‘recupero’ del liceo Archita e della sua sede storica, il Palazzo degli Uffici, nel Contratto Istituzionale di Sviluppo.

E’ la mossa di Comune e Provincia per provare a dare sostanza ai propositi di rinascita dell’immobile del Borgo, che dal lontano 2003 è inagibile e si presenta oggi come una sorta di rudere. Di Archita si è parlato ieri in consiglio provinciale, da cui è emerso l’annunciato taglio dei fondi da parte dell’ente di via Anfiteatro. Da otto milioni si passa a due milioni e 850mila euro, a cui sommare un milione e 700mila euro arrivati dal governo nell’ambito del progetto Buonascuola. Confermata anche la definitiva archiviazione di quello che doveva essere l’accordo definitivo, del 2011, tra gli enti locali. Si ritorna al punto di partenza, quindi. A breve il consiglio comunale ed il consiglio provinciale dovranno ratificare un nuovo accordo di programma, l’ennesimo, di cui è disponibile al momento una bozza.

A fare da tramite tra Palazzo del Governo e Palazzo di Città è stato Gianni Azzaro, Pd, vicepresidente della Provincia di cui come è noto è presidente Martino Tamburrano di Forza Italia. Il progetto del 2011, che prevedeva il coinvolgimento del consorzio Aedars, è quindi definitivamente abortito.

Proprio il consorzio d’imprese, oggetto negli anni scorsi di una interdittiva per presunte possibili infiltrazioni malavitose, avrebbe dovuto contribuire in maniera consistente al recupero della struttura, con la formula del project financing. Per ‘surrogare’ la quota del consorzio l’idea è appunto quella di portare il dossier Archita-Palazzo degli Uffici il 19 ottobre prossimo in Prefettura, nell’ambito del nuovo step per il Contratto di Sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche