13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Cronaca

Ora è ufficiale: la multisala a Paolo VI si farà

Il via libera definitivo da parte del Consiglio comunale


Ora che il Consiglio comunale ha dato anche l’ultimo via libera al progetto è certo: Taranto avrà la sua multisala.

Ieri pomeriggio, infatti, dall’aula consiliare di Palazzo di Città è giunto l’ultimo semaforo verde al progetto per la realizzazione della multisala e di una centro sportivo al quartiere Paolo VI.

Il progetto prevede la realizzazione di nove sale, un’area parcheggio con 700 posti auto e un albero per ogni stallo, oltre a due campi di calcetto, un campo da tennis e una palestra coperta. Un’intera area che dal prolungamento di viale del Turismo, in direzione Sud, a ridosso della ferrovia Taranto-Brindisi (in pratica tra il centro direzionale Mar Piccolo e la Vaccarella) darà un altro volto al quartiere e, soprattutto, un servizio del quale a Taranto da anni si avverte la mancanza.

Un investimento da sei milioni di euro voluto dalla società romana Luce Sala, mentre la costruzione materiale della multisala e degli altri impianti previsti dovrebbe essere affidata alla Coret, società che in quella stessa zona ha già realizzato alcuni complessi abitativi. I lavori potrebbero avere inizio già a gennaio ed essere completati nel giro di un paio di anni. E così Taranto si ritroverebbe ad avere addirittura due multisale, dal momento che un’altra, con una diversa proprietà, è prevista a San Giorgio Jonico. L’arrivo della multisala a Paolo VI favorirà anche il miglioramento della rete di servizi per il quartiere.

«Sarà migliorata innanzitutto la viabilità – ha spiegato nei giorni scorsi a TarantoBuonaSera, Emanuele Di Todaro, presidente della Commissione assetto del territorio nonché residente di lungo corso del quartiere. «La Provincia – spiega – ha ceduto al Comune 600 metri di strada su viale Cannata e così potremo realizzare sia una rotatoria per l’accesso alla strada che condurrà alla multisala, sia il completamento del marciapiedi che costeggia la Cittadella e conduce all’Ipercoop. Tutto a spese della società che ha proposto il progetto della multisala». Ma vi è di più: «Stiamo valutando l’ipotesi di realizzare nella stessa zona un asilo nido, come struttura di supporto per tutte le giovani coppie del quartiere che, lavorando in città, magari non sanno a chi affidare i propri piccoli».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche