Cronaca

Finge un malore per evitare l’arresto

Ma i poliziotti non sono caduti nella simulazione e lo hanno bloccato


Un sorvegliato speciale finge un malore per evitare l’arresto.

Il 30enne lizzanese Ubaldo Petraroli ieri sera è stato fermato ugualmente dagli agenti della Polizia di Stato per violazione degli obblighi imposti dall’autorità giudiziaria. Intorno alle 15 i poliziotti della Squadra Mobile, nel corso di mirati servizi anticrimine, mentre erano impegnati in una perquisizione domiciliare a Faggiano, hanno sentito suonare alla porta di casa.

Aperta la porta si sono trovati di fronte tre giovani che dai successivi controlli sono risultati avere a loro carico numerosi precedenti penali. Uno di questi, Petraroli, sottoposto al regime della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a Lizzano, ha motivato il suo allontanamento dal comune di residenza per andare in ospedale nel capoluogo jonico, in quanto colpito da forti dolori addominali. Intorno alle 16.30 gli agenti giunti in ospedale hanno trovato il giovane che era stato appena dimesso senza alcuna prognosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche