Cronaca

Camposcuola affidato alla Fidal

Arriva la delibera del Comune sulla direzione dell’impianto


E’stata assegnata alla Fidal la direzione del Camposcuola del rione Salinella nei giorni scorsi.

Ciò non toglie che vi sarà un incontro tra il presidente della federazione di atletica leggera di Taranto, Salvatore Lomartire ed il neo direttore prof. Lorenzo Urso con i vertici comunali nella giornata di lunedì 26 ottbre per chiarire dettagliatamente alcuni aspetti. Il massimo dirigente, in questa esclusiva a Taranto BuonaSera, rimarca a dovere in modo significativo il tutto: “Non c’è ancora nulla di fatto, visto che avremo questo incontro con i vertici Istituzionali la prossima settimana. Questo, quindi, denota in pompa magna come sia ancora prematuro parlare di tanti aspetti.

Noi abbiamo soltanto acquisito, seguendo le disposizioni del bando di assegnazione, la semplice direzione della struttura ma non la gestione. Abbiamo quindi indicato il prof. Lorenzo Urso, docente di educazione fisica presso la Scuola Media Inferiore “Leonida” quale direttore. Ciò non toglie che, tengo a precisarlo, non vi è alcun programma di ristrutturazione visto che i costi sono elevatis-simi e non possiamo certo sobbarcarceli noi come Ente federale”.

A quanto ammontano i costi?
“Il rifacimento della pista di atletica ammonta a seicentomila euro, quindi bisogna aggiungere le relative pedane e la copertura delle tribune. Queste ultime, infatti, devono essere per legge strutturate in tal senso. Sotto questo aspetto sarà tassativo trovare un punto di intesa con l’Amministrazione Comunale”.

Quindi, la vostra sarà una semplice direzione?
“C’è un chiarimento anche qui da rimarcare. La Fidal ha vinto il bando in quanto le federazioni, in queste situazioni, usufruiscono di un canale preferenziale rispetto alle società affiliate al Coni. Quindi,la nostra sarà una direzione che consentirà di utilizzare soltanto le pedane dei lanci per gli allenamenti, sebbene necessitano di una apposita sistemazione. Con ovvi aggravi di costi sempre per l’Ente Civico che dovrebbe investire circa ventimila euro. Infine la pista di atletica necessita di omologazione, in quanto è tassativo che, quando vengono inseriti eventi in calendario, deve essere a sua volta sicura per l’incolumità degli atleti. Questi ultimi, poi, sono anche assicurti con la compagnia Unipol che, a sua volta, ha un accordo con la stessa nostra federazione”.

Lunedì 26 ottobre quindi ci sarà la fatidica firma?
“Dobbiamo in primis chiarire numerosi aspetti perché, al momento, siamo ancora all’inizio. Bisogna poi istituire un nuovo regolamento per l’utilizzo del campo e quindi anche qui ci sarà molto da discutere. Inoltre l’80% delle attrezzature sono di proprietà della Fidal, ecco perché, almeno allo stato attuale, la delibera comunale di assegnazione ha valore ufficiale solo in apparenza. Sarà fondamentale, quindi, questo incontro con l’Assessorato allo Sport per trovare ulteriori soluzioni. C’è stato di recente un incontro per un progetto di investimento, ma ovviamente mancano chiarezza e concretezza”.

E’ fiducioso in un accordo con le Istituzioni?
“Non posso dire nulla adesso. E’ fondamentale aspettare la fine del mese per avere un quadro più chiaro della situazione. Ovvio che, essendo molto elevati i costi di ristrutturazione, bisognerà davvero capire come il Comune potrà, da par suo, trovare i fondi appositi”.

Una vicenda, quella del camposcuola e delle strutture cittadine che, ancora una volta, rimane sempre un grattacapo ricco di complessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche