Cronaca

Colpo nella casa di una anziana: incastrato dalle impronte digitali

Ha agito in collaborazione con altri tre complici


Con tre complici ha rapinato un’anziana nella sua abitazione. I carabinieri lo hanno incastrato grazie alle impronte digitali.

I militari dell’aliquota operativa della Compagnia di Manduria, con la collaborazione delle Stazioni di Avetrana e di Oria, hanno arrestato Luca Calò, trentanovenne  oritano già noto alle forze dell’ordine.

L’operazione è stata eseguita dando esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare emessa del giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Taranto, dott. Martino Rosati, al termine seguito dell’attività d’indagine diretta dal sostituto procuratore dott. Lanfranco Marazia.

Le indagini ha preso il via a maggio scorso quando quattro malviventi, ad Avetrana, si sono introdotti nell’abitazione di un’anziana e, dopo averla immobilizzata e minacciata si sono impossessati di 80 euro.

L’attività investigativa dei militari del nucleo radiomobile della Compagnia di Manduria si è basata sui particolari forniti dalla vittima. La testimonianza raccolta sommata ad altri importanti indizi rilevati durante il sopralluogo, hanno consentito di identificare uno dei quattro malviventi responsabili del raid in casa dell’anziana.

Un meticoloso sopralluogo ha consentito di rilevare, su vari arredi della casa, impronte digitali che, opportunamente analizzate, sono risultate appartenere al trentanovenne  originario di Oria

Espletate le formalità di rito Luca Calò è stato  condotto nella casa circondariale di Taranto a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche