25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Cronaca

Frode da 52 milioni di euro, assolto gruppo Riva

La decisione del Tribunale di Milano


II Tribunale di Milano ha assolto, per una presunta frode fiscale da 52 milioni di euro realizzata dal gruppo Riva, due ex manager del colosso siderurgico e un dirigente di Deutsche Bank.

La prima sezione penale ha accolto la richiesta del pm Stefano Civardi formulata, alla luce delle modifiche apportate agli articoli 1, 3 e 4 della legge 74/2000 dalla nuova riforma fiscale entrata in vigore proprio all’inizio di ottobre e con la quale il cosiddetto "abuso di diritto" per le grandi aziende non è più perseguibile penalmente ma può essere solo sanzionato sotto il profilo amministrativo.

Si chiude con tre assoluzioni il processo istruito dalla Procura di Milano e nel quale erano imputati Mario Turco Liveri, coinvolto in qualità di responsabile finanziario del Gruppo Riva, Agostino Alberti, componente del cda e responsabile fiscale del Gruppo Riva, e Angelo Mormina, per l’incarico avuto come managing director di Deutsche Bank (filiale di Londra). Nel febbraio dell’anno scorso era stato rinviato a giudizio anche Emilio Riva, rappresentante legale e firmatario della dichiarazione fiscale della società consolidante Riva Fire spa, e rappresentante legale e firmatario della dichiarazione fiscale della società consolidata Ilva spa. Il patron del gruppo, però, circa un paio di mesi dopo è morto con la conseguente dichiarazione di estinzione del reato per morte del reo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche