28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 11:48:46

Cronaca

Tangenti e Marina, pc al setaccio

I carabinieri sono a caccia di altre prove


Scandalo delle tangenti nella Marina Militare: gli investigatori dell’Arma passeranno al setaccio i computer e i telefonini cellulari sequestrati al capitano di corvetta Alessandro Dore, romano di quarantuno anni e al capitano di fregata Giovanni Caso, tarantino di quarantasette anni, finiti ieri agli arresti domiciliari.

I carabinieri della Compagnia e del Nucleo investigativo di Taranto coordinati dal pm Maurizio Carbone sono pronti a dare la caccia ad altre prove. Intanto c’è attesa per gli interrogatori di Caso che è difeso dall’avvocato Rocco Maggi e di Dore che è assistito dall’avvocato Francesco Paolo Sisto.

I due ufficiali sono finiti ai “domiciliari” con braccialetto elettronico per il reato di concussione che  riguarda il periodo in cui erano in servizio al IV° Reparto della Direzione di Commissariato di Taranto della Marina Militare.

I provvedimenti restrittivi scaturiscono dall’attività investigativa condotta tra il 2014 ed il 2015 e sono la naturale prosecuzione delle indagini e dei successivi provvedimenti emessi dal gip nei confronti di sei ufficiali della Marina Militare e di un dipendente civile e di un precedente arresto in flagranza di un altro ufficiale della Marina. Gli approfondimenti investigativi, hanno consentito di focalizzare l’attenzione su alcuni contratti e forniture di servizi in favore della Marina Militare, in particolare del  IV e V Reparto di Maricommi.Le indagini furono avviate nel marzo del 2014, dopo l’arresto del capitano di fregata Roberto La Gioia, capo del V Reparto di Maricommi Taranto. E’ emerso che gli imprenditori, qualora non avessero pagato una tangente pari al 10% circa del valore dell’importo dell’appalto assegnato, rischiavano ritorsioni come il ritardato pagamento delle fatture o, addirittura, l’esclusione dalle gare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche