27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 11:58:00

Cronaca

A Pulsano bocciata la mozione del Pd. Il Sindaco: nessun pregiudizio

“No” alle unioni civili


Disco rosso alle unioni civili. Non passa a Pulsano la mozione del Partito Democratico sull’istituzione di un Registro, su modello di quello che in provincia è già attivo a Grottaglie e Sava ed è in divenire nei comuni di Statte e Manduria.

La proposta del consigliere Pd Anna Salamida è stata bocciata con 12 voti contrari, quelli della maggioranza di centrodestra che sostiene il sindaco Giuseppe Ecclesia, un astenuto, l’indipendente Angelo Di Lena, e tre voti a favore: oltre a quello della Salamida, anche Borraccino di Sel e D’Amato di Nuova Pulsano. Ieri sera l’animata seduta consiliare.

Di «nessun pregiudizio» nei confronti degli omosessuali parla il primo cittadino pulsanese, Ecclesia. «Semplicemente» spiega il sindaco «piuttosto che mettere in moto la complessa macchina amministrativa che un’operazione di questo tipo comporta, abbiamo ritenuto di aspettare una decisione nazionale, che è attesa al massimo agli inizi del prossimo anno».

In parlamento infatti si discute il cosiddetto ddl Cirinnà, con il quale dovrebbero essere    regolate anche la unioni tra persone dello stesso sesso. Proprio in ragione di questo, dal centrodestra era arrivata la richiesta di ritirare la mozione, aspettando che sia il legislatore ad indicare la strada corretta.

«Ma per noi il nodo è politico» dichiara la Salamida «ed abbiamo voluto che la richiesta arrivasse comunque in aula. Il testo» spiega ancora l’esponente democratica «non prevedeva, ovviamente, nessun ‘matrimonio gay’, visto che la legge italiana non lo prevede, ma riguardava anche i conviventi eterosessuali e situazioni, diffuse in paese, di persone, spesso anziane, che vivono insieme magari solo per dividere le spese».

A Taranto il Partito Democratico ha presentato la proposta di istituzione del Registro delle Unioni Civili.

Tuttavia, la stessa proposta si è arenata nella commissione Affari Generali, presieduta da un consigliere dello stesso Pd. Altri militanti hanno allora provveduto ad avviare una petizione che ha avuto grande successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche