13 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Giugno 2021 alle 08:02:35

Cronaca

Chiesa del Carmine, un operaio della Isolaverde colto da malore

Da 33 giorni l'occupazione dei dipendenti che non percepiscono lo stipendio da sette mesi


Colto da malore uno degli operai che da 33 giorni occupano la chiesa del Carmine.

L’uomo, che è cardiopatico, stamattina è svenuto sotto gli occhi dei colleghi. 

Sul posto sono subito intervenuti i soccorritori del 118 i quali dopo aver prestato le prime cure all’operaio lo hanno condotto in ospedale. “Siamo stremati.
Non ce la facciamo più- ha dichiarato a Taranto Buonasera uno degli operai  che stanno partecipando all’occupazione per richiamare l’attenzione sulla delicata vertenza – anch’io sono cardiopatico e nelle settimane scorse sono stato colto da malore sul terrazzo del palazzo della Provincia durante una delle tante manifestazioni di protesta.
In sette abbiamo  problemi di salute ma non molliamo -ha aggiunto- tutti ci hanno abbandonato”. Gli operai di Taranto Isolaverde, società partecipata della Provincia e messa in liquidazione, stanno lottando poichè a rischio ci sono 225 posti di lavoro.

Da sette mesi non percepiscono lo stipendio e temono per il loro futuro occupazionale. La società si è sempre occupata di manutenzione del verde, di servizi di pulizia e di portineria.

Trentatrè giorni fa mentre era in corso l’occupazione della chiesa del Carmine, il parroco, don Marco Gerardo, li ha rifocillati con bevande e cornetti. “Assistiamo a tavoli tecnici, ma nessuna risposta – aveva dichiarato gli operai durante l’occupazione della chiesa del Carmine-  non ce la facciamo più. Non riusciamo a pagare i mutui e non abbiamo i soldi per mangiare. Siamo in una situazione tragica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche