Cronaca

Taranto verso le Comunali: sfida Riondino-Mellone

La corsa a Palazzo di città


Si profila un derby elettorale tra due tarantini che hanno incontrato carriera e successo fuori città. Da una parte Angelo Mellone, giornalista, scrittore e dirigente Rai; dall’altra Michele Riondino, l’attore che sta spopolando in tv nei panni del giovane Montalbano.

«Se a Taranto si candida Michele Riondino a sindaco, mi candido anch’io»: è questo il post pubblicato stamattina su facebook da Mellone, il quale così replica alle voci di un possibile impegno di Riondino alle prossime elezioni comunali.

Riondino, da tempo impegnato in una collaborazione con il comitato “Cittadini liberi e pensanti” e animatore del concertone del Primo Maggio tarantino, in una recente e controversa intervista rilasciata a “La voce del popolo”, non ha escluso la possibilità di «metterci la faccia», proponendosi come collante per un dialogo tra “Liberi e pensanti” e Movimento Cinque Stelle.

A dire il vero non è chiaro in quale ruolo Riondino ci metterebbe la faccia, se cioè come candidato sindaco o come testimonial per altri candidati o raggruppamenti.

Ad ogni modo, stamattina c’è stata la reazione di Mellone, che già in altre occasioni aveva avuto modo di polemizzare con l’attore, soprattutto quando Riondino stracciò platealmente la tessera elettorale come segno di disprezzo nei confronti della classe politica per la condizione in cui è Taranto. Ora viene lanciato questo guanto di sfida che apre scenari inediti in vista della elezione del nuovo sindaco. Le elezioni comunali, lo ricordiamo, si terranno nel 2017, quando scadrà il mandato di Ippazio Stefàno. A meno che non vi siano scossoni tali da far cadere l’amministrazione prima del tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche