01 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 01 Dicembre 2020 alle 19:30:01

Cronaca

Atti vandalici all’interno di Villa Peripato

La denuncia: «presi di mira dai vandali che spaccano ogni cosa incontrano sulla propria strada»


Atti vandalici all’interno della villa Peripato.

Da qualche mese a questa parte gli storici giardinetti del centro cittadino sembrano ripiombati nel degrado. A denunciarlo è il gestore del teatro Capannina, Gianni Panariti. «Continuiamo ad essere presi di mira dai vandali che spaccano ogni cosa incontrano sulla propria strada». Il problema sarebbe riconducibile all’assenza di vigilanza all’interno della villa.

«Da quest’anno il Comune ha deciso di fare a meno del servizio di vigilanza che veniva effettuato dall’Avis. Un servizio – sottolinea Panariti – effettuato 24 ore su 24. La villa Peripato resta quindi perennemente incustodita. Al di là del nostro teatro, che ha una gestione privata, il problema riguarda la parte sana della città: bambini, genitori e persone che fanno jogging devono fare i conti con chi frequenta i giardini per sesso, droga e per sfogare le proprie frustrazioni con atti di vandalismo che purtroppo restano impuniti. La direzione Patrimonio del Comune, ad esempio, sta effettuando da diverso tempo alcuni lavori di restauro. Purtroppo, non appena i dipendenti impegnati nel cantiere vanno via i vandali spaccano tutto».

L’appello va ovviamente al sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno: «Perché non prende provvedimenti? La villa Peripato è in mano a vandali e criminali e lui non fa nulla». Quindi la proposta: «Visto che i vigili urbani sono dipendenti comunali si potrebbe organizzare un servizio di vigilanza quantomeno parziale per cercare di porre un argine a questo fenomeno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche