Cronaca

Il grattino è scaduto, pugni all’ausiliario della sosta

In via Giovinazzi aggredito da un automobilista


Ausiliario della sosta preso a pugni da un automobilista per un “grattino” scaduto. L’episodio si è verificato, intorno a mezzogiorno di oggi, in via Giovinazzi, all’angolo con via XX Settembre.

L’ausiliario dell’Amat, addetto ai controlli dei parcheggi a pagamento, dopo aver accertato che un giovane aveva il tagliando con orario di sosta scaduto glielo ha fatto notare. E’ stato però aggredito alle spalle mentre si trovava con altri colleghi.

Il malcapitato, che ha riportato traumi al volto, è stato soccorso dai sanitari del 118 intervenuti immediatamente sul posto.E’ stata, quindi, chiamata la polizia che ha fermato e identificato l’aggressore. Sull’episodio interviene Gaetano Raguseo , segretario della Federazione italiana lavoratori trasporti della Cgil. “Ancora una volta siamo costretti a denunciare un caso di aggressione, questa volta ai danni di un operatore della sosta “colpevole” di aver adempiuto al proprio dovere- scrive  Raguseo in una lettera inviata a Prefetto e ad Amat- richiamiamo  una volta ancora, e non ci stancheremo di farlo, le Istituzioni e l’Azienda ad intervenire in ogni modo per evitare che si ripetano, come già in passato, episodi degni del far west.

Ricordiamo che siamo a tutt’oggi in attesa di convocazione in ordine alle medesime tematiche mentre l’episodio di oggi conferma quanto sia impellente intervenire rapidamente e risolutamente.E’ intollerabile che i lavoratori diventino bersagli indifesi di cittadini arrabbiati per motivazioni che certamente non sono imputa-bili a chi fa solo il proprio dovere per sostenere la famiglia. L’invito pressante perché si trovino soluzioni a difesa del lavoro. Esprimiamo la più viva solidarietà al lavoratore ferito ed alla sua famiglia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche