11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

L’aula del processo Ilva ci costa 12mila euro

Dall’1 dicembre all’ex Saram. Paga il Comune


Dodicimila euro per il cambio di sede del processo Ilva. A pagare il preventivo sarà il Comune di Taranto che, per inciso, è istituzionalmente preposto ad assicurare la disponibilità di sedi adeguate per l’amministrazione giudiziaria.

Ma andiamo per ordine. Recentemente si è determinata una condizione di emergenza correlata allo svolgimento del maxi processo Ilva in quanto, come è possibile leggere in una determina approvata qualche giorno fa dalla direzione Lavori Pubblici, l’attuale Corte d’Assise (aula Alessandrini) non assicurerebbe adeguate capacità ricettive in condizioni di sicurezza, visto il gran numero di imputati, avvocati difensori, parti civili e relative difese che partecipano alle udienze.

Per questa ragione l’Amministrazione comunale si è impegnata, nel corso di una riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico, nell’individuare una adeguata sistemazione logistica. Da Palazzo di Città sono state prese in considerazione sia l’ex caserma Rossarol (sede dell’Università) che il Palamazzola «senza però trovare una soluzione di sintesi tra i vari “interessi” in campo (disponibilità di ampi spazi piuttosto che condizioni di sicurezza sia interne all’involucro edilizio che della zona circostante)».
Successivamente, il presidente del Tribunale di Taranto, il dott. Lucafò, ha avanzato istanza al capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare per l’utilizzazione dell’aula magna che si trova alla scuola Svtam (ex Saram) che, dopo diversi sopralluoghi, è risultata idonea ed in possesso dei requisiti necessari (ampiezza e possibilità di gestire in modo ottimale la sicurezza).

Lo scorso 29 ottobre, quindi, il Comune ha sottoscritto un contratto di permuta con l’Aeronautica per l’utilizzo dell’aula magna ai fini dello svolgimento del maxi processo Ilva. Il tutto fino al completamento dei lavori di ristrutturazione dell’aula bunker in corso di realizzazione presso l’ex sede della Corte d’Appello al quartiere Paolo VI, struttura prescelta quale sede definitiva del processo.

La permuta, però, avrà un costo per le casse comunali. Secondo l’accordo con l’Aeronautica, infatti, il Comune dovrà effettuare interventi che riguardano la manutenzione edile dell’aula magna.

La prossima udienza del processo Ilva si terrà il 1o dicembre. Una circostanza che ha spinto la direzione Lavori Pubblici a chiedere un preventivo ad una impresa di fiducia dell’Amministrazione per effettuare gli interventi. I lavori (ed il trasporto di arredi e suppellettili utili allo svolgimento del processo) saranno dunque effettuati per una cifra che supera i dodicimila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche