Cronaca

Ricatto d’amore, la donna torna libera

Avrebbe portato via il portafogli all’uomo e per restituirlo e non rivelare tutto alla moglie tradita avrebbe preteso 200 euro


E’ tornata  in libertà una grottagliese di 40 anni  che  era finita ai domiciliari per un presunto  ricatto ai danni di un brindisino.

La decisione dei giudici del tribunale del  riesame dopo il  ricorso presentato dal difensore della donna,  l’avvocato Biagio Leuzzi..

Il presunto ricatto dopo una avventura extraconiugale, sfociata nel furto di un portafogli. La 40enne grottagliese, secondo l’accusa, avrebbe portato via  il portafogli  all’uomo e  per restituirlo e non rivelare tutto  alla moglie tradita avrebbe preteso 200 euro. La donna nel luogo dell’appuntamento  aveva trovato ad attenderla i carabinieri  del comando provinciale di Brindisi   allertati proprio dalla vittima.

Era quindi scattato  l’arresto per il reato di  tentata estorsione. La  40enne avrebbe preteso 200 euro per restituire il portafogli e per tenere la bocca chiusa.

I giudici  del riesame hanno revocato la misura degli arresti domiciliari che era stata adottata subito dopo l’arresto in flagranza di reato della quarantenne residente a Grottaglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche