19 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Gennaio 2021 alle 09:59:41

Cronaca

Stipendi d’oro al Comune, sequestri per 50 milioni di euro

La decisione della Corte d'Appello nei confronti di 10 imputati


Processo “Stipendi d’oro” al Comune: disposto sequestro di 50 milioni di euro dalla Corte d’Appello di Taranto nei confronti degli imputati.

Il provvedimento emesso dai giudici arriva a quasi due mesi dalla sentenza d’appello che aveva dichiarato prescritti tutti i reati penali, ma che aveva riconosciuto l’esistenza di una associazione che ora dovrà risarcire il Comune di Taranto.

Il sequestro, chiesto dall’avvocato del Comune di Taranto, Pasquale Annicchiarico, riguarda dieci persone. Nella sua requisitoria il sostituto procuratore generale aveva chiesto la conferma delle 34 condanne inflitte agli imputati l’8 marzo del 2013, ma sottoponendo alla Corte d’Appello il compito di dichiarare la prescrizione per l’associazione a delinquere e di valutare caso per caso il peculato contestato ai singoli imputati. La decisione della Corte, invece, aveva stabilito che non si era trattato di peculato, ma di una truffa avvenuta tra il 2000 ed il 2005 e quindi già prescritta. Dal punto di vista civile, però, l’obbligo per i componenti dell’associazione a delinquere di risarcire il Comune resta. Per questo motivo è stato emesso il decreto di sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche