x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 00:12:00

Cronaca

Studenti in Prefettura. Le aule sono fredde, non si può fare lezione

Passano gli anni, restano i disagi


Puntuale, come ogni anno, torna la protesta degli studenti. Passa il tempo, restano i disagi. La manifestazione delle scuole secondarie di secondo grado di Taranto e provincia è cominciata ieri ed è proseguita anche ieri.

Una nutrita delegazione di alunni di istituti diversi ha raggiunto, ieri mattina, Palazzo del Governo, per chiedere alle istituzioni di poter fare lezione in aule riscaldate.
Un problema che si presenta ciclicamente, quello dell’assenza di riscaldamento per la mancanza di fornitura di gasolio.

La scuola che dovrebbe essere il più accogliente possibile, spinge, invece, i ragazzi a perdere preziose ore di lezione per manifestare e chiedere alle istituzioni il rispetto di diritti fondamentali.

Nei diversi istituti interessati dal problema è stata avviata una raccolta di firme per ottenere delle risposte da parte dei referenti istituzionali. Una lettera sarebbe stata inviata anche al Ministro della Pubblica Istruzione, Stefania Giannini, e all’Ufficio Scolastico Regionale. Intanto sembra sia arrivata già una prima risposta. 

Dalla prossima settimana l’erogazione del riscaldamento nelle scuole di competenza provinciale dovrebbe prendere il via. Sicuramente questa situazione è determinata anche dai pesanti tagli che gli enti provinciali hanno subito, negli ultimi anni, a seguito del riordino delle Province, voluto dal Governo. La manifestazione di questa mattina si è svolta in un clima sereno e pacifico, quasi di festa.

I docenti, costretti anche loro a lavorare in condizioni non ideali, si sono uniti in qualche modo alla protesta dei ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche