Cronaca

Nessuno tocchi il nostro porto

Appello dell’Ance: «A Taranto la sede unica dell’Autorità portuale»


La centralità del porto di Taranto nel sistema produttivo ionico è ovvia. Parte da questo assunto l’Ance di Taranto (sezione costruttori edili di Confindustria) per lanciare un appello per mantenere nel capoluogo ionico la sede dell’Autorità portuale

«È il caso di ribadire che il confine tra il mondo della dialettica e quello della realtà è segnato dai numeri. Ebbene, il porto di Taranto resta tra i più importanti in Italia per movimentazione di merci e si conferma infrastruttura poliedrica e multifunzionale che può sfruttare una vastissima retroportualità assolutamente adatta agli inse-diamenti della logistica, come la appena inaugurata piattaforma, raggiungendo così quella intermodalità tras-portistica traguardo vincente di ogni vero grande porto. Diventa quindi davvero deludente – dicono dall’Ance – un confronto con Bari sulla sede più idonea ad ospitare l’Autorità Portuale di Sistema per la Puglia, così come è privo di ogni utilità escogitare espedienti per riportare il porto di Bari a sede di una delle due autorità così realizzate al solo fine di rispondere alle pressioni del capoluogo regionale. Tutto ciò a fronte di precise e reiterate indicazioni del Ministro dei Trasporti Delrio di fare un’unica Autorità a Taranto anche per dare la dimostrazione concreta di un territorio coeso e lungimirante».

Per queste motivazioni Ance Taranto ribadisce la scelta di Taranto «come l’unica possibile e si associa alle dichiarazioni e posizioni espresse in tal senso dai consiglieri regionali di tutti gli schieramenti politici».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche