30 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 30 Ottobre 2020 alle 13:28:51

Cronaca

Pistola e 50 proiettili abbandonati vicino ad una scuola

Il ritrovamento in via Abruzzo


Potrebbe essere stata abbandonata da rapinatori la pistola sequestrata dai carabinieri in via Abruzzo, vicino ad una scuola.

Sono stati i militari dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Taranto, impegnati  in  un servizio di perlustrazione, a  rinvenire  in via Abruzzo, a ridosso dell’incrocio con viale Virgilio l’arma e diverse munizioni.

Hanno notato una scatola in plastica avvolta in una coperta e appoggiata su un muretto di un’aiuola, tra l’altro  a portata di mano dei  passanti.

Dopo aver cinturato l’area, dato che nelle immediate vicinanze c’è  una scuola, i carabinieri hanno eseguito  un’accurata ispezione dei luoghi che ha consentito di rinvenire, all’interno della scatola, una pistola in buone condizioni, del tipo scacciacani, con un caricatore contenente 17 cartucce e una scatola con altre 33 cartucce tutte “a salve”.
Dai primi accertamenti è emerso che l’arma,  sebbene modificata non sarebbe stata in grado di sparare. Tuttavia per accertamenti più approfonditi sarà inviata al Ris.

Sarà sottoposta ad analisi tecniche più accurate e non si  esclude l’ipotesi che possa essere stata utilizzata durante  qualche recente rapina ai danni di commercianti. Gli investigatori indagano per risalire a chi l’ha abbandonata sul muretto di via Abruzzo. Massima allerta per ciò che riguarda le rapine che  notoriamente aumentano nel periodo delle feste,   Nei giorno scorsi i carabinieri hanno sequestrato  tre pistole e un fucile nelle campagne tra Statte e il rione Tamburi.  Hanno eseguito una accurata battuta dopo che   sono  stati segnalati movimenti sospetti nella zona.Nel corso della perlustrazione, ben occultati all’interno di un anfratto, hanno rinvenuto una doppietta calibro 12 e tre revolver, di cui uno ancora in buone condizioni d’uso. Anche quelle armi saranno inviate al reparto investigazioni scientifiche per accertare se  siano state utilizzate in azione criminose avvenute negli ultimi tempi tra Taranto e Statte. Sono in corso indagini da parte degli investigatori della Stazione di Statte e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Massafra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche