Cronaca

Altro raid notturno. Nel mirino una tabaccheria in via Battisti

Ancora furti, ormai è allarme rosso


Un altro furto. E Taranto si conferma al centro di una emergenza che sta colpendo soprattutto il piccolo commercio.

L'altra notte la ‘banda del buco’ è entrata in azione in via Cesare Battisti.  La tecnica è quella appunto del foro praticato su un muro esterno; quindi i banditi sono entrati in una tabaccheria e rubato, indisturbati, stecche di sigarette e monete “per un valore in corso di quantificazione” si legge nella nota arrivata dai Carabinieri in cui si legge anche che “i malviventi, terminata l’azione delittuosa, si dileguavano facendo perdere le proprie tracce”.

Un colpo, l’ennesimo, nel giro di pochi giorni. Anzi, di poche ore. Nella notte tra domenica e lunedì è stato svaligiato il bar dell’ospedale Santissima Annunziata: i malviventi si sono introdotti nel bar al piano terra dopo aver forzato la finestra, ed hanno festeggiato portandosi via la cassaforte con il ricco incasso del fine settimana e numerose ricariche telefoniche. L’intervento della vigilanza provata ha impedito che riuscisse un altro colpo, nella notte tra martedì e mercoledì, sempre al nosocomio di via Bruno. A finire nel mirino la sede della ditta Ladisa. E’ stato invece il coraggio del titolare di una pizzeria in via Mar Grande ad impedire che il furto andasse a segno nella notte tra lunedì e martedì. Mentre i banditi stavano tentando di scassinare l’ingresso dell’esercizio commerciale, sono stati messi in fuga dal sopraggiungere proprio del titolare. Anche in questo caso, purtroppo, i ladri sono riusciti a darsi alla fuga. I Carabinieri, intervenuti sul posto, sono riusciti a recuperare gli ‘attrezzi del mestiere’ dei banditi: uno zaino, due cacciaviti ed una spranga di ferro.

E’ riuscito, invece, il furto in un deposito di un negozio di articoli per l’infanzia di via Blandamura, domenica. Anche in questo caso la banda è a piede libero. Ma la lista è davvero lunghissima. In piano centro, mercoledì 25 novembre, è stato assaltato il Piccolo Bar di via Margherita. Dopo quasi un mese, degli autori del colpo non c’è traccia. Ad indagare è la Polizia di Stato.  Al Questore si è rivolta la delegazione Confcommercio di Italia Montegranaro in un incontro tenutosi il 28 novembre, all’indomani di una serie di assalti, riusciti, ad alcune attività in via Liguria e al Borgo. Nelle stesse ore in cui si teneva l’incontro, in via Gregorio VII a Tramontone di contavano i danni dopo un’altra incursione notturna in tabaccheria. Bottino, stecche di sigarette e gratta&vinci. A Talsano, nella notte tra il 2 ed il 3 dicembre, tre uomini con il volto nascosto da un passamontagna hanno colpito in una stazione di servizio. Provvidenziale è stato il sistema d’allarme che ha allertato la Centrale operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri.

Nell’inseguimento che ne è nato, i banditi hanno dovuto lasciare il bottino, cioè una macchinetta cambiamonete e centoventi stecche di sigarette.

Parallelo al fenomeno dei furti c’è quello delle rapine. Sono ancora liberi i due balordi che in pieno giorno, nella centralissima via Pitagora, hanno fatto vivere trenta minuti di terrore ad un’anziana, aggredita nella sua abitazione, legata ed imbavagliata, come la vittima ha raccontato proprio a Taranto Buonasera. La coppia di malviventi, dalla forte inflessione dialettale, si è data alla fuga portando con sè gioielli per circa 3.000 euro e 700 euro in contanti. 
                              

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche