Cronaca

Trovata la lupara delle rapine

Il fucile era stato nascosto nelle campagne tra Sava e Manduria


Potrebbe essere stata utilizzata per mettere a segno rapine la lupara rinvenuta, dai carabinieri, nelle campagne del versante orientale della provincia.

I militari della Stazione di Sava hanno eseguito un controllo nelle campagne al confine con il territorio di Manduria dove il proprietario di un terreno agricolo aveva segnalato il ritrovamento di un tubo in pvc con le estremità ben sigillate. I militari insospettiti dalla meticolosità con la quale era stato sigillato il tubo hanno deciso di aprirlo e hanno  rinvenuto all’interno, una doppietta calibro 12, con calcio tagliato e matricola limata.

Hanno messo le mani anche su 21 cartucce dello stesso calibro. Le armi e le munizioni sono state sequestrate e il fucile sarà inviato al Reparto investigazioni scientifiche di Roma per accertare se sia stato utilizzato per compiere azioni criminose. Negli ultimi tempi, infatti, nel versante orientale della provincia si sono registrati alcuni colpi compiuti ai danni di esercizi commerciali da rapinatori armati di fucile. L’ultimo assalto col fucile è stato compiuto nei giorni corsi in un discount situato a Leporano. I carabinieri in queste ore stanno lavorando per identificare le persone che hanno nascosto la lupara nelle campagne tra Sava e Manduria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche