Cronaca

Accoltellò l’ex suocero durante un concerto

Ora un 28enne rischia il processo per omicidio


Un cinquantenne laertino accoltellato dall’ex di sua figlia morì dopo un anno per le conseguenze di quel ferimento. Ora l’autore dell’accoltellamento, il ventottenne V .C., difeso dall’avvocato Egidio Albanese, rischia il processo con l’accusa di omicidio.

L’udienza dinanzi al gup è stata fissata per il prossimo 4 aprile. I familiari dell’uomo deceduto, F.D.B., sono rappresentati dall’avvocato Maurizio Besio. Il 19 agosto del 2012 nel centro di Laterza ci fu una lite furibonda tra una ragazza di 17 anni e il suo ex. Il ragazzo accoltellò il padre della minorenne e altri due parenti intervenuti per difenderla.

L’episodio avvenne durante il concerto di una nota cantante napoletana. La 17enne, in compagnia di una cugina, fu stata raggiunta dal suo ex che voleva parlarle di vecchie questioni rimaste in sospeso. Cominciò a minacciarla e poi la strattonò.

La vittima riuscì a chiamare i suoi familiari i quali arrivarono poco dopo sul posto. V.C. non esitò a tirar fuori un coltello e a ferire i parenti della ex. Non fece molta strada in quanto i carabi nieri della locale Stazione di Laterza lo trovarono in casa e lo arrestarono per tentato omicidio, reato che un anno dopo è diventato omicidio. Quella notte il ragazzo aveva ancora gli indumenti sporchi di sangue. Il papà delle ex morì nel settembre del 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche