24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Cronaca

Cyberbullismo, la Polizia incontra gli studenti

Parteciperanno oltre 60mila ragazzi. Anche a Taranto


In occasione del Safe Internet Day, nei giorni 10 e 11 febbraio, la Polizia Postale terrà degli incontri anche nelle scuole tarantine sui temi della sicurezza e dell'uso responsabile della rete.

La Polizia Postale e delle Comunicazione, insieme al Ministero dell’Istruzione ha organizzato un workshop sul tema del cyber bullismo nelle scuole pugliesi. Parteciperanno oltre 60mila ragazzi sul tema scelto, ovvero “Gioca la tua parte per un internet migliore”.

L’obiettivo per migliorare la vita social delle giovani generazioni punta alla navigazione in sicurezza grazie, soprattutto, alla gestione consapevole dei dati condivisi online.Occorre insegnare come sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community senza correre rischi connessi ai reati via internet, tra cui – oltre al già citato bullismo – alla violazione della privacy altrui e propria, nonché al caricamento di contenuti appropriati o violazione del copyright. Serve formazione sui temi della sicurezza e dell’uso responsabile della rete.

E non è tutto. Il 42% dei genitori italiani ha ammesso episodi di cyber crime subiti dai loro figli. La paura riguarda pure le informazioni che vengono rintracciate, nonché inganni o molestie.“Nel 2015, a livello regionale, sono stati effettuati sei arresti per pedopornografia, con 37 denunce, 294 siti monitorati, 38 perquisizioni effettuate e 9 siti web inseriti in black list – dichiara la dott.ssa Letizia La Selva, dirigente del Compartimento della Polizia Postale di Bari – prevenzione e formazione rappresentano strumenti efficati per far sì che i giovani imparino ad agire con prudenza. Preme ricordare – specifica – che molti consigli utili possono essere reperiti sul sito www.poliziadistato.it e su quello del www.commissariatodips.it , oggi anche attraverso l’App scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone o sul tablet, sia per Apple che Android”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche