30 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 30 Ottobre 2020 alle 13:28:51

Cronaca

Dopo il raid, murato il Gambero

Lunedì il Comune firma il verbale di consegna anticipata ai nuovi gestori


Due cani randagi in cima agli scalini che, negli anni di splendore, sono stati calcati dai personaggi di spicco della città e non solo. Politici, starlette e uomini d’affari occupavano i tavoli del ristorante “al Gambero” con vista sul mar Piccolo. Ma per tornare a scrutare da quelle vetrate il “ponte di pietra” e la pensilina Liberty di via Cariati bisognerà aspettare ancora poco.

Dopo i ripetuti raid vandalici che hanno provocato ingenti danni il Comune ha deciso di murare ogni possibile accesso alla struttura. Facile intuire le ragioni della decisione assunta da Palazzo di Città: c’è da preservare il patrimonio comunale evitando ulteriori danni ad un immobile che, per altro, a breve sarà affidato in gestione all’Ati che si è aggiudicata l’appalto.

Murato l’ingresso e tutte le finestre del piano terra. A protezione del Gambero anche un sistema di videosorveglianza e gli uomini di un istituto di vigilanza. I sigilli al Gambero erano scattati la scorsa estate. Alla base del provvedimento la mancata corresponsione al Comune, da parte dei gestori della struttura, del canone di locazione.

Lo scorso 13 gennaio l’amara scoperta: danni ingenti agli arredi ma anche agli impianti che si trovano all’interno dei locali del ristorante. Infranti tutti i vetri (lato mare); asportati alcuni impianti elettrici. Rubata una cucina e diverse celle frigorifere che erano poste sotto sequestro. «Temevamo un nuovo raid – spiega il vicesindaco Lucio Lonoce – ecco perché abbiamo pensato di innalzare il livello di guardia». Una ragione in più per proteggere la struttura è quella relativa all’imminente affidamento ai nuovi gestori. «Lunedì mattina firmeremo il verbale di consegna anticipata dell’immobile all’Ati composta dalle due società: Melpignano e Jonian Dolphin».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche