Cronaca

Un milione di euro per sconfiggere il caporalato

Le risorse saranno vincolate all'attivazione dei servizi


In arrivo un milione di euro contro il caporalato in Puglia. “Plaudiamo al milione di euro destinato ad iniziative di lotta e prevenzione del caporalato che la Regione Puglia ha stanziato per i migranti impegnati nelle nostre campagne. Sul nostro territorio, infatti, sempre più meta di arrivo per i profughi, il fenomeno rappresenta una vera e propria piaga sociale”.

Non è solo perché tutela gli immigrati, ma anche perché punta a ridurre il caporalato qui dove l’agricoltura rappresenta un motore trainante dell’economia, con obiettivi ancor più ambizioni per il futuro, che Antonio Trenta, segretario generale della Uila Uil di Taranto, apprezza l’emendamento di “Noi a sinistra per la Puglia” sottoscritto dai capigruppo di maggioranza».

«Una novità assoluta della quale dà notizia il consigliere regionale Mino Borraccino, ricordando che per la prima volta nel bilancio regionale è stata inserita una voce di spesa per affrontare il problema.

“Finalmente – commenta il segretario generale della Uila – siamo sulla strada giusta. Il cospicuo finanziamento unito alle dichiarazioni dei consiglieri regionali, la dice lunga sulle intenzioni degli amministratori pugliesi di – proseguire in questa direzione, mettendo il caporalato al centro dell’agenda del governo, nella convinzione che per debellarlo occorra un’alleanza forte che veda coinvolte le istituzioni, le imprese, le organizzazioni sociali e l’opinione pubblica. Ebbene – prosegue Trenta – di questa alleanza il nostro sindacato, sempre in prima linea per combattere il fenomeno, intende assolutamente fare parte”.

Le risorse saranno vincolate all’attivazione di servizi per l’assistenza abitativa e per il trasporto a favore dei migranti impegnati nelle campagne della Regione Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche