24 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 23 Novembre 2020 alle 17:16:06

Cronaca

Scritte anarchiche sui muri

CRISPIANO – Scritte anarchiche sono apparse da qualche giorno sui muri di Crispiano. Da qui sono partite le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Massafra e del Reparto operativo del comando provinciale di Taranto, che insieme al personale del Raggruppamento operativo speciale, cercano adesso di dare un volto ai responsabili. Per questo stamattina hanno dato esecuzione a otto decreti di perquisizione emessi dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Taranto. Le otto persone che sono state perquisite fanno tutte parte di un gruppo riconducibile al movimento Anarchico.

Le ricerche dei carabinieri si sono concentrate in una masseria di Crispiano, su cui giorno e notte sventola una bandiera con il simbolo “No Tav”. La masseria è la base ed il punto di ritrovo degli anarchici. Inoltre al suo interno abitano ormai stabilmente quattro uomini, tutti trentenni. Si tratterebbe dei personaggi più attivi del gruppo, che sono stati identificati dai Carabinieri. Durante la perquisizione sono stati trovati elementi che potrebbero rivelarsi utili ai fini delle indagini. E’ stato infatti sequestrato del materiale che è adesso al vaglio degli operatori. Tra gli oggetti sequestrati c’è anche una bomboletta spray, che potrebbe essere stata utilizzata per realizzare le scritte. Le scritte incriminate sono apparse solo qualche giorno fa su alcuni muri ed edifici del centro abitato di Crispiano. Inneggiano al movimento “No Tav” e sono offensive nei confronti delle Istituzioni statali come le forze dei polizia e più in generale contro le forze armate. Alessandra Macchitella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche