20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 20:01:12

Cronaca

Droga shop in città vecchia. Arrestato

TARANTO – Nuovo blitz in città vecchia, nell’ambito della lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti. A finire in manette, ieri pomeriggio, è stato Massimo Novellino, un tarantino di 44 anni. E’ stato arrestato dai Falchi della Squadra Mobile. Da alcuni giorni, nel corso degli ormai abituali controlli antidroga nel borgo antico, gli agenti avevano notato nei pressi della casa di Novellino un “andirivieni” di ragazzi già conosciuti come assuntori di sostanze stupefacenti. Da qui è scattato l’appostamento e, dopo l’ennesimo “scambio” tra cliente e spacciatore davanti al portone di casa, i poliziotti hanno perquisito l’appartamento del pusher.

Dopo aver bloccato Novellino, gli agenti sono saliti al terzo piano dello stabile della città vecchia, dove sono riusciti a scovare, abilmente nascosti nello stipite della porta di uno stanzino, 11 piccoli involucri di plastica contenti cocaina dal peso di un grammo l’uno. Successivamente, i poliziotti hanno recuperato, in una cassetto della stanza da letto, anche 50 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. Dopo quanto ritrovato Novellino è stato portato presso gli uffici della Questura e dopo le formalità di rito tratto in arresto, per essere poi trasferito in carcere. La sostanza stupefacente ed il denaro recuperati sono stati posti sotto sequestro. Nelle prime ore di questa mattina, invece, gli Agenti della Squadra Nautica, hanno denunciato un tarantino 37 anni per furto aggravato di rame. Il 14 maggio scorso, nel corso di specifici servizi volti al contrasto del furto di cavi di rame, gli agenti avevano notato tre uomini a bordo un piccola barca di colore bianco mentre prelevavano dei cavi elettrici appena lasciati cadere in mare da uno dei piloni del ponte punta penna. Ne era nato un inseguimento in mare, ma i tre erano riusciti a darsi alla fuga disfacendosi prima dei cavi appena imbarcati ed entrando successivamente all’interno dei vivai di mitili presenti in Mar Piccolo. Ma le indagini successive hanno permesso di individuare uno dei responsabili. Intorno le ore 20 di ieri sera, infine, nei pressi del parcheggio dell’Ipercoop, un’auto della Squadra Mobile in servizio nella zona, è intervenuto in soccorso di una signora che all’uscita dell’ipermercato veniva avvicinata da un giovane a bordo di una Opel Meriva che le intimava di consegnargli la borsa. Le urla della signora però hanno messo il malvivente in fuga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche