21 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Giugno 2021 alle 19:30:12

Cronaca

La matematica che risolve i casi

Cinque scuole superiori tarantine per il progetto “Il mondo dà i numeri”


Gli istituti superiori Galileo Ferraris di Taranto, “Del Prete” di Sava, De Ruggieri di Massafra, Lentini-Einstein di Mottola e Tito Livio di Martina Franca sono stati selezionati per prendere parte al progetto “Promozione di ambienti di apprendimento laboratoreiali: il mondo dà i numeri”: l’innovativo programma per l’utilizzo delle nuove tenoclogie in classe promosso da Casio Italia e nato all’interno di un protocollo d’intesa siglato a ottobre 2015 con il Miur.

Il progetto, che ha visto la collaborazione del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, ha l’obiettivo di innovare la didattica attraverso l’introduzine di strumenti di calcolo di ultima generazione e di software per il loro utilizzo, in grado di dar vita a dei veri e propri laboratori. Al bando hanno partecipato quasi 600 scuole, di cui oltre 300 scuole secondarie di II grado e oltre 250 scuole secondarie di I grado. In linea con le indicazioni de “La Buona Scuola” il progetto “Promozione di ambienti di apprendimento laboragtoriali: Il mondo dà i numeri” individua tra le priorità di intervento il miglioramento dell’offerta formativa attraverso l’innovazione digitale: l’iniziativa vuole evidenziare l’utilità delle calcolatrici sia per l’insegnamento che per l’apprendimento delle discipline scientifiche.

Il programma si articola attraverso la costruzione di ambienti sperimentali dove poter applicare i modelli matematici alle scienze forensi, una disciplina volta a risolvere i casi investigativi che, negli ultimi anni, ha guadagnato un’enorme popolarità grazie a serie televisive come Csi, Numbers, Ris, Delitti Imperfetti. “Come è possiible identificare le persone attraverso l’analisi della voce? Come si fa a stabilire l’ora di un decesso? A che velocità viaggiavano i due automezzi prima dellom scontro?”. Prendendo spunto da situazioni simulate, insegnanti e studenti esplorano alcuni fenomeni scientifici che possono rivelarsi utili agli investigatori p’er analizzare situazioni complesse. IL progetto intende, infatti, mettere in evidenza il legame indissolubile tra realtà e matematica, disciplina che – sebbene spesso percepita come astratta – costituisce un potente strumento di indagine sui fenomeni del mondo reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche