24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca

C’è la nuova sede del Liceo artistico “Lisippo”

Sarà ospitato presso l’Istituto Salesiano Don Bosco


Dal primo marzo l’Istituto Salesiano Don Bosco ospiterà il liceo artistico Calò, ex Lisippo di Taranto.

Agli studenti e al personale della scuola viene fi nalmente garantita una sede adeguata e defi nitiva, dopo gli ultimi tre anni passati all’insegna della precarietà e mesi di proteste da parte della popolazione scolastica e della società civile. Si tratta di un risultato importante che l’ente Provincia è riuscito a raggiungere, grazie all’impegno comune dei suoi rappresentanti.

Non era facile individuare la struttura più opportuna per l’unico liceo artistico del capoluogo jonico, considerata anche la complessità della normativa che regola l’individuazione di locali che possano ospitare sedi scolastiche. La scuola che era già stata trasferita una volta, si sposta ora dalla struttura provvisoria in cui è stata per tre anni, in via Lago di Molveno, in viale Virgilio.

“Diamo fi nalmente una decorosa sistemazione allo storico liceo di Taranto. Non ci siamo fatti portare a spasso dalle polemiche – dichiara Piero Bitetti, presidente del Consiglio comunale e consigliere provinciale – ma abbiamo lavorato sodo, in silenzio, come è giusto che facciano gli amministratori pubblici, per dare una risposta credibile alle sacrosante richieste e aspettative degli studenti, dei genitori e del personale della scuola. Va dato atto e merito al presidente della Provincia, Martino Tamburrano – prosegue Bitetti – di aver creduto in questa soluzione e aver lavorato perchè si concretizzasse. Evidenzio l’importanza del gioco di squadra, consiglieri e struttura amministrativa, allo scopo di far prevalere l’interesse generale della comunità jonica, accantonando così polemiche e strumentalizzazioni. Questo risultato – sottolinea il consigliere provinciale – dimostra che occorre sempre credere nelle istituzioni, nella Provincia che, negli ultimi anni, si è sempre caratterizzata per l’impegno in favore dell’edilizia scolastica.

Sono dunque soddisfatto – conclude Bitetti – della soluzione trovata; spero contribuisca a restituire fi ducia nell’operato di tutti coloro i quali sono chiamati ad operare per il bene della comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche