24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Giugno 2021 alle 20:01:57

Cronaca

Legalità, il procuratore Pietro Argentino incontra gli studenti

L'obiettivo è quello di promuovere l’educazione alla legalità per favorire la riflessione degli studenti sui valori irrinunciabili di cittadinanza


Promuovere l’educazione alla legalità a scuola per favorire la riflessione degli studenti sui valori irrinunciabili di cittadinanza. Martedì 15 marzo, dalle 10 alle 12, l’ITES Pitagora ospiterà nel teatro “Emanuele Basile” il dott. Pietro Argentino, procuratore aggiunto del tribunale di Taranto.

Il tema centrale della giornata di studi è la lotta e la prevenzione alla corruzione, analizzando anche gli effetti del fenomeno sulla economia reale. Una questione di grande attualità se si considera che l’Organizzazione per la Cooperazione per lo Sviluppo Economico ha dichiarato che l’Italia è il Paese con la più alta corruzione percepita, fino al 90% , in tutta l’area Ocse.

“La scelta di questa tematica – sottolinea il dirigente scolastico del “Pitagora” Nadia Bonucci – rientra tra le priorità del Piano di Miglioramento del nostro istituto, che mette al centro l’educazione alla legalità dei giovani ed il consolidamento delle competenze di cittadinanza. Numerose sono, infatti, le ricerche che hanno evidenziato il legame tra la diffusione del fenomeno corruttivo e lo sviluppo socio-economico che portano a considerare la corruzione una vera e propria “tassa occulta” e un ulteriore costo per il mercato: sottrae le risorse, riduce la qualità della produzione, incide direttamente sugli investimenti produttivi, a causa della distrazione del denaro e genera, infine, un effetto distorsivo della concorrenza”.

La fama del procuratore Pietro Argentino, da molti anni alla ribalta nazionale, è legata alla maxi inchiesta sull’inquinamento ambientale e all’indagine “ambiente svenduto” nel corso della quale sono emersi i rapporti poco chiari esistenti fra la classe politica locale e la grande industria. In passato il dott. Argentino, per conto della Procura Distrettuale Antimafia, ha anche diretto complesse indagini sulle attività economiche delle organizzazioni criminali operanti sul territorio tarantino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche