Cronaca

Spaccio di droga in largo San Gaetano, raffica di abbreviati. Tutti i nomi degli arrestati

L’udienza per “Fisheye” fissata per lunedì 21 marzo dinanzi al gup del Tribunale di Lecce


Spaccio di droga in largo San Gaetano: si prennuncia una raffica di richieste di rito abbreviato.

L’udienza per “Fisheye” fissata per lunedì 21 marzo dinanzi al gup del Tribunale di Lecce.

Nel blitz furono arrestati Cosimo Damiano Caforio, 22 anni; Ida Chioppa, 26 anni; Paolo Ciccolella, 50 anni; Alessandro D’Antoni, 28 anni; Giuseppe D’Antoni, 34 anni ; Majco D’Antoni, 20 anni; Margherita Lombardi, 45 anni; Cosimo Marinò, 22 anni; Giuseppe Pavone, 27 anni; Michele Pizzolante, 53 anni e Simone Pizzolante, 23; Salvatore Pizzolante, 46 anni; Antonio Pizzolla, 47 anni, Denise Pizzolla, 26 anni; Moris Pizzolla, 21 anni; Mario Resta, 21 anni e Pietro Argentieri 44 anni.

Secondo l’accusa donne con un ruolo di primo piano in un gruppo di spacciatori che operava in largo San Gaetano, nella città vecchia e che era capace di smerciare centinaia di dosi di droga al giorno. Il blitz “Fisheye”, ovvero l’occhio della telecamera, è scattato con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di cocaina, eroina, hashish, marijuana e metadone.

Largo San Gaetano era diventato una vera e propria centrale dello spaccio a cielo aperto. Ciascun componente della banda ricopriva un ruolo specifico: il collettore di denaro, lo spacciatore, il “palo” e l’addetto al trasporto della sostanza stupefacente. Gli investigatori nel corso delle indagini condotte sotto l’occhio vigile della telecamera hanno scoperto un particolare inquietante e cioè che le dosi di droga venivano smerciate anche alla presenza dei figli minorenni di alcuni indagati. Nel collegio di difesa, tra gli altri, gli avvocati Fabrizio Lamanna, Pasquale Blasi, Angelo Casa, Luigi Danucci e Fabio Nicola Cervellera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche