17 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Giugno 2021 alle 19:23:30

Cronaca

Maxi-sequestro di uova anche a Taranto

In un’azienda timbri sulla confezione con una data posticipata di 7 giorni


Operazione Pasqua con uova sicure, anche aziende della provincia tarantina tra quelle controllate in tutta la Puglia dal Corpo Forestale dello Stato. In una ditta del versante orientale sono state rinvenute  uova non timbrate, di dubbia provenienza e senza alcuna tracciabilità, in quantità maggiore rispetto alla produzione delle galline. In altre aziende ella provincia jonica i Forestali hanno rinvenuto uova con fraudolenta apposizione della data di scadenza, posticipata di sette giorni rispetto a quella effettiva.

Una ventina le ditte controllate su tutto il territorio pugliese, tra aziende avicole, esercizi commerciali all’ingrosso e al dettaglio. In sette  sono stati riscontrati illeciti e sono state elevate complessivamente 10 mila euro di sanzioni amministrative. Due denunce per il reato di frode nell’esercizio del commercio e circa 80.000 uova di gallina sequestrate. Questo il bilancio dell’operazione “Pasqua con uova sicure” eseguita dai Forestali del Comando Regionale per la Puglia di Bari e del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente di Altamura, Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Mirati controlli scattati a tutela dei consumatori che in questi giorni di festa si accingono a preparare la classica colazione a base di uova sode decorate e salame.

I controlli, mirati a garantire la sicurezza agroalimentare e a tutelare i consumatori, sono stati eseguiti nel mese di marzo, nel mercato pugliese che vede la coesistenza di uova nostrane e provenienti dall’estero (Romania, Polonia e Spagna). Numerose sono le violazioni accertate dai Forestali. Nelle province di Lecce e Taranto sono state rinvenute uova sulle quali  era stata apposta   una data di scadenza, posticipata di sette giorni rispetto a quella effettiva e a Molfetta  è stato accertato che un’azienda imballava in maniera abusiva gli alimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche