Cronaca

S’impicca in cella. Condizioni disperate

Era stato arrestato martedì


TARANTO – E’ in condizioni gravissime il 33enne tarantino che ha tentato il suicidio in carcere. Il giovane, che è in coma nel reparto di  rianimazione dell’ospedale “Ss. Annunziata”, ere stato arrestato martedì scorso per  aver aggredito la madre e il compagno della donna.  Il 33enne ha approfittato dell’isolamento per tentare farla finita impiccandosi con le lenzuola nella cella dove era stato rinchiuso, in attesa della convalida dell’arresto. Subito soccorso dagli agenti di custodia e dal personale dell’infermeria, prima, è stato condotto in ospedale con un’ambulanza del 118. A fermarlo erano stati i carabinieri chiamati ad intervenire in via Japigia dove era stata segnalata una lite in famiglia. Giunti sul posto i militari lo hanno bloccato  in casa della madre e del compagno della donna. Non si conoscono i motivi del litigio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche