14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca

Taranto, a due passi dal paradiso

La vittoria con l’Aprilia avvicina il Taranto alla vetta della classifica


“In questi mesi abbiamo inseguito un’unità di intenti che finalmente si è concretizzata. Oggi abbiamo raggiunto quel risultato intermedio che avevamo detto di voler raggiungere qualche settimana fa, il secondo posto. Ora siamo secondi a due punti di distanza dalle prime in classifica”.

Così Elisabetta Zelatore nel post gara di domenica. Una vittoria, quella con l’Aprilia, che porta gli ionici a due punti dalla vetta, ora occupata da Nardò e Virtus Francavilla. “Mancano 6 partite fino alla fine, vedremo.

Il carattere è quello che stiamo vedendo nelle ultime partite: non si molla mai e si dà il massimo anche nelle difficoltà. Ed è proprio questo che a noi piace”.

Michele Cazzarò è l’artefice della rimonta, che ora deve essere completata: “Il primo tempo quest’oggi non mi è piaciuto. Ci siamo trovati ad affrontare una squadra che inizialmente ha fatto molta pretattica assumendo, a mio avviso, un atteggiamento difensivista. Nei primi quarantacinque minuti eravamo troppo compassati nella manovra mentre la ripresa è andata decisamente meglio. Nella seconda frazione ho spostato Felice Gaetano innalzando il baricentro della squadra e passando ad un attacco a quattro; avevamo bisogno di vincere a tutti i costi per cui avevamo la necessità di rischiare qualcosa di più. Sono soddisfatto; alla fine i nostri sforzi ci hanno consentito di portare a casa un’altra bella vittoria. Al di là dell’aspetto della qualità delle giocate e del gioco, quello che mi interessa maggiormente è la capacità di questo gruppo di saper reagire alle difficoltà incontrate. Per le restanti partite voglio una squadra che non si arrenda mai”.

Giuseppe Genchi anche domenica è stato decisivo. “In occasione della rete c’è stato un cross di Marsili, sono andato in contrasto con i difensori e ho trovato la porta. Non potevamo sbagliare questa partita, ci abbiamo creduto fino alla fine. Nel primo tempo abbiamo avuto poche occasioni, loro si sono chiusi molto bene e avevamo difficoltà. Poi dopo che ho sbagliato quel gol, ho capito che oggi non era proprio giornata. Siamo stati comunque bravi a crederci fino alla fine. Dopo il nostro primo gol, loro volevano pareggiare e hanno preso anche il secondo. Ho visto Marsili e altri giocatori piangere e dopo il mio gol c’è stata una forte emozione da parte di tutti. Segnare al 90’ in queste partite è fondamentale”.

Infine, Felice Gaetano: “Era una partita difficile da sbloccare. dopo un primo tempo di difficoltà, dove sbagliavamo nell’ultimo passaggio, siamo riusciti a sbloccarci nella ripresa. Abbiamo giocato meglio e siamo riusciti a portare a casa la partita. E’ stato importante vincere e conquistare i tre punti. La mia prestazione è stata come quella degli altri compagni. Siamo stati tutti bravi ad aspettare ed a colpire nel momento giusto. Questo è un campionato un po’ strano, noi vogliamo vincerlo e speriamo ci riuscirci. Ma dipende anche dalle altre squadre. Noi ci metteremo il nostro e cercheremo di fare più punti possibili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche