22 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Cronaca

Aperture in galleria, chiesta una verifica

La Confesercenti si rivolge al Comune e alla Regione


Continua a tenere banco il progetto di ampliamento dell’Auchan.

La Confesercenti chiede che si faccia chiarezza sull’attuale assetto della galleria commerciale. Il presidente Vito Lobasso ha inoltrato alla direzione Attività Produttive del Comune e al Comando dei Vigili Urbani una richiesta per verificare «che gli esercizi commerciali recentemente aperti nella galleria commerciale siano in possesso dell’autorizzazione e conformi all’ultimo ampliamento concesso alla galleria commerciale Auchan in data 2011». Ma questa non è l’unica iniziativa dell’associazione di categoria.

In una lettera inviata alla Regione, in particolare all’assessore allo sviluppo economico Loredana Capone, infatti, la Confesercenti chiede l’annullamento in autotutela della conferenza di servizi che si è tenuta il 14 marzo proprio per discutere dell’ampliamento del centro commerciale. Perché la richiesta di annullamento? «A nostro avviso – scrive Lobasso, affermando di essere supportato anche da un parere giuridico amministrativo – la documentazione della Società Galleria Auchan Italia Spa risulta carente del certi- fi cato di destinazione urbanistica relativo a tutte le aree interessate all’intervento dal quale risulta la compatibilità dell’insediamento medesimo». «Tale certifi cazione – spiega il presidente di Confesercenti – è stata “erroneamente” o “valutata similmente” ad una certifi cazione che la Società Galleria Commerciale Auchan Italia Spa non poteva presentare poiché, così come il documento riporta, “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o privati gestori di pubblici servizi”».

Non solo. A detta della Confesercenti la stessa convocazione della conferenza dei servizi sarebbe stata una forzatura «poiché non si sono attesi i trenta giorni previsti entro i quali il Comune dovrebbe esprimersi» sulle questioni urbanistiche e sulla «necessità di una procedura di Valutazione d’Impatto Ambientale», che a parere della Confersercenti sarebbe necessaria. «Perché tutta questa fretta?», si chiede Lobasso, rilevando che la conferenza è stata convocata appena nove giorni dopo la richiesta pervenuta da Auchan. Una situazione intricata per chiarire la quale la Confesercenti si riserva «di avviare ulteriori azioni, anche di natura legale e sempre che ne ricorrano gli estremi, a maggior tutela della categoria».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche