28 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Cronaca

Spaccio di droga, in 34 dal giudice

Tra il capoluogo e la provincia: c’è la richiesta di processo


Droga per tutti i gusti tra il capoluogo jonico il versante orientale e la provincia brindisina: in trentaquattro rischiano il processo.

L’udienza dinanzi al gup è stata aggiornata al prossimo 23 settembre. Tra gli imputati figurano due tarantini particolarmente noti alle forze dell’ordine: il trentacinquenne Vincenzo Balzo, detto “sceriffo kid” e il quarantaduenne Cosimo Scialpi, detto “scimmietta”. Per l’accusa i due sarebbero stato punto di riferimento per i pusher che spacciavano, soprattutto eroina, a San Giorgio Jonico.

Episodi di spaccio di cocaina e di marijuana sono stato accertati anche a Faggiano, Fragagnano, Manduria e in provincia di Brindisi. Tra gli altri imputati figurano un terzo tarantino, cinque di San Giorgio Jonico, sei di Manduria, quattro di Avetrana, uno di Faggiano, uno di Monteparano, uno di Carosinoe nove brindisini. Le telefonate tra i presunti spacciatori e i loro acquirenti sono stati puntualmente intercettati dagli investigatori. Per l’accusa ingenti le quantità di stupefacenti (fino a mezzo chilo alla volta), immesse sul mercato della provincia jonica.

Sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dal sostituto procuratore, dottor Mariano Buccoliero il 23 settembre dovrà decidere il gup, dottor Pompeo Carriere. Nel collegio di difesa gli avvocati Salvatore Maggio, Egidio Albanese, Andrea Silvestre, Franz Pesare, Luigi Danucci, Biagio Leuzzi, Fabio Falco, Giuseppe Argentino, Antonio Liagi, Armando Pasanisi, Lucia Agnini, William Caggiula, Maria Calò. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche