Patto per il Sud, polemica sui fondi per Taranto | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca

Patto per il Sud, polemica sui fondi per Taranto

L'intervento di Francesca Franzoso, consigliere regionale di Forza italia

Francesca Franzoso
Francesca Franzoso

BARI – “Non esiste, ad oggi, nè un elenco definitivo di opere, né una cifra stabilita dal governo regionale per finanziare interventi per Taranto attraverso i fondi del Patto per il Sud. Lo ha dichiarato in commissione Bilancio il capo di gabinetto del presidente della Regione Puglia, dott. Claudio Stefanazzi. Visto quanto appreso sorprendono, pertanto, i toni di soddisfazione con cui il Pd ha annunciato, la scorsa settimana, il via libera a fondi e opere pari a 215 milioni di euro per Taranto”.

Lo dichiara Francesca Franzoso consigliere regionale di Forza italia, vicepresidente della commissione Bilancio in consiglio regionale. Preso atto, dunque, che per né la provincia di Taranto, né per le altre, esiste ad oggi una garanzia di fondi e di opere certe da mettere in cantiere per lo sviluppo del territorio – e tralasciando l’enfasi e la precipitosa fuga in avanti di alcuni esponenti della maggioranza – ci attiveremo e vigileremo per ottenere dalla giunta la certezza dei fondi e la previsione, nell’elenco delle opere da finanziare, delle infrastrutture strategiche per Taranto e per la sua provincia .

Tra queste, la nuova stazione Taranto Nasisi con terminal intermodale passeggeri ferro-gomma, la litoranea Talsano-Manduria e la metropolitana di superficie intorno al Mar Piccolo. “Taranto deve essere centrale nella scelta delle priorità e delle risorse del Patto per il Sud. Chi dall’opposizione, soprattutto se espressione del territorio jonico, sceglie oggi di recitare la parte del menagramo, verrà presto smentito dai fatti”. E’ la replica del presidente del gruppo del Partito Democratico in consiglio regionale, Michele Mazzarano. “Siamo in una fase molto delicata, nella quale, anche a causa delle ristrettezze economiche, – ha dichiarato – si accentua la competizione tra territori. Sappiamo bene che in passato gli interessi di alcuni territori sono stati sacrificati a vantaggio di altri e Taranto non l’ha mai fatta da padrona”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche